Archivio per dicembre, 2008

2008 Facts

Posted in Uncategorized with tags , , , , , on 31 dicembre 2008 by Gemma

C’è crisi, dappertutto. Tanto che se n’è accorto anche Bugo. Prendiamo atto. E intanto, visto che ci siamo, lo prendiamo anche in quel posto.

C’è un presidente nuovo. Giovane, carino, abbronzato. E adesso staremo a vedere cosa ci proporrà.

C’è un presidente di nuovo. (Un po’) meno giovane, (un po’) meno carino, (un po’) più abbronzato. E già da vent’anni vediamo quel che ci propone. E pare che ci vada bene così.

Ci sono un sacco di ragazzi e ragazze. Giovani, carini e disoccupati (come in quel film con Ethan Hawke e Winona Rider). E hanno visto quel che gli è stato proposto imposto. E non hanno gradito. Ed hanno marciato.

C’è una guerra in corso. E non aggiungo altro.

C’è un motivetto che non riesco a levarmi dalla testa. E che ci ha fatto sentire un po’(p) porno, tutti quanti.

C’è una valigia mezza piena, di là. E devo cercare di non scordarmi lo spazzolino.

C’è che a volte non trovo le parole. E allora metto un punto.

E vado a capo, con un augurio:

felice anno nuovo a tutti.

Buon compleanno, Gesù Cristo! (pt. II)

Posted in Video with tags , , , , , , on 25 dicembre 2008 by Gemma

E Buon Natale anche a Lei, Sergente Hartman.

Buon compleanno, Gesù Cristo! (pt. I)

Posted in Uncategorized with tags , , , , , , , on 24 dicembre 2008 by Gemma

Qualche buontempone/a, festività in vista, pensava di cogliermi in fallo con la domanda da un milione di Euri: “Ma tu ci credi al Natale?”.

Caro/a amico/a!

Ma certo che ci credo!

Che cosa c’è di strano nel celebrare il compleanno bimillenario di un bimbozzo biondo e pasciuto, nientepopòdimeno che il Messia, concepito tramite fecondazione eterologa intercessione di un’entità non ben definita (altresì chiamata Spiritoso Santo), festeggiando mediante un sincero scambio di paccottiglia trash che alcuni ritengono portata da un panzone barbuto che si infila in 2 miliardi di camini trasportato da renne (!) volanti (!!) che evidentemente sfidano le leggi della fisica quantistica viaggiando a 3 volte la velocità della luce per fare il giro del mondo in una notte?

Io trovo che non ci sia nulla di male.

E tanto per sottolineare l’importanza che il Natale può avere nella crescita formativa di una persona, riporterò qui di seguito, in ordine di gravità, le rivelazioni che nell’arco di tutta una vita sono state, per me, fonti dei maggiori traumi esistenziali:

a) Babbo Natale non esiste (grazie Davide, eri il mio migliore amico all’asilo ed è giusto che certe pugnalate vengano stoccate dalle persone care);

b) la mia amata gggiuvèntus gli scudetti li rubava davvero

c) il cantante dei tokiotèl NON è una donna

Come si può notare, il momento in cui scoprii l’inconsistenza ontologica del suddetto grassone vestito di rosso primeggia nella top-three.

E sono convinta che uno dei momenti in cui anche voi vi siete sentiti un po’ meno bambini è stato quando vi siete accorti che non stavate aspettando la mezzanotte con una genuina trepidazione.

Pertanto colgo l’occasione per farvi tanti auguri, cari fanciulli e fanciulle.

Domani, con un po’ di fortuna, nevicherà.

Weg

Posted in Uncategorized, Video with tags , , , , , on 21 dicembre 2008 by Gemma

Una piccola premessa.

Io amo QOOB.

Perchè è un canale il cui motto è “Broadcasting ideas”. Il che è l’incarnazione del modo di pensare 2.0 . Il che è cosa buona e giusta.

Perchè è l’evoluzione naturale di Flux.

Perchè propone dituttodipiù, musica in primis, ma anche corti (e il 90% della programmazione è realizzato dagli utenti).

Perchè ogni tanto mi fa trovare dei video come questo che vi embèddo (argh!) qui di seguito.

Dura una decina di minuti, non di più.

“Weg” è il titolo del corto.

Buona visione.

Vodpod videos no longer available.

more about “Weg“, posted with vodpod

Vuvvuvvù,puntomariastar,puntoittì

Posted in Uncategorized with tags , , , , , , , , , , , , on 10 dicembre 2008 by Gemma

Inaugurato il 3 dicembre scorso il canale Youtube personale di Maria Stella Gelmini.

Apprezzabile lo sforzo della ministra che tenta di aprirsi al dialogo con i gggiòvani.

Positivi i commenti degli utenti, i quali hanno dimostrato di saper cogliere con maturità la possibilità di un confronto costruttivo.

Come “Avellinista89”, che commenta così:

a capito a zoccolaccia ha aperto er canale suo… tacci sua!!!

– – – – –

Suvvia, ministra, non faccia così.

Sono certa che qualche pecora nera facinorosa non potrà distoglierla dalla missione della quale è stata investita. O più che investita, beh…Sarebbe forse meglio dire travolta.

E passi buone feste, al caldo della sua amata Reggio.

Omaggi

Funny games

Posted in Uncategorized with tags , , , , , on 4 dicembre 2008 by Gemma

Copioincollo qui di seguito l’idea per un giochino simpatico suggeritomi da una certa dottorastra dottoranda in giurisbrulenza, alla quale prossimamente pagherò le royalties.

Non vi ruberà più di due minuti, giuro.

Istruzioni:

  • Prendete il libro più vicino a voi. Non il vostro preferito. Non il più bello. Quello più vicino.
  • Prendetelo ora.
  • Fffffffffatto?
  • Bene. Andate a pagina 56.
  • Prendete la quinta frase.
  • Copiatela e inseritela nei commenti qui sotto. Pe’ppiacére.
  • Fate dieci saltelli su un piede solo.
  • (Ok, il passaggio precedente era superfluo. Ma un po’ di ginnastica fa sempre bene.)
  • Stiamo un po’ a vedere che cosa succede.

Inizio io:

“Se qui ci si propone di trascinare nel fango Aristotele, l’autorità riconosciuta non solo da tutta l’antica sapienza, ma anche dai grandi Padri della Chiesa, ritengo superfluo continuare la discussione”. (da “Vita di Galileo”, di B. Brecht).

Adesso tocca a voi.

Ps: non sono un’intellettuala. Era accanto a me perchè lo uso per pareggiare le gambe del tavolo. Mbè?

La comunicazione è tutto (microcommedia in atto unico e tre battute)

Posted in Uncategorized with tags , , , , on 3 dicembre 2008 by Gemma

Personaggi:

Una signora minuta, occhi piccoli, azzurri e penetranti, capelli corti.

Una studentessa universitaria

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –


Sera, buio. Un 18 stracolmo di gente. Il bus è leggermente in ritardo, tanto che se ne accoda un altro immediatamente.

La signora è inquieta, pressata dalla calca.

Non capendo il motivo del ritardo, chiede delucidazioni.


SIGNORA (preoccupata)     Ma che cosa è successo?

STUDENTESSA (non trovando un’ipotesi valida a motivare l’inusuale avvicendamento di mezzi)     Non ho capito.

SIGNORA (con voce più alta)     CHE-COSA-E’-SUCCESSOOOOOO??!?!!

STUDENTESSA (perplessa)     ……….

Sipario

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: