Qualcuno lo chiamerebbe accanimento terapeutico

Se potessi classificare questi post tappabuco scarsamente rilevanti (o meglio: se ne avessi la voglia), creerei una rubrica ad hoc e la intitolerei “Il sondino nasogastrico – un pratico, seppur fastidioso palliativo all’assenza cronica di contenuto_by G.G.”.

Il problema è che sono legata a Vitadaterrestre più o meno quanto un esponente della CEI ad Eluana Englaro, ossia: del soggetto in sè non mi frega poi molto, ma è una questione di principio.

E soprattutto di immagine.

Quindi ho deciso di centellinare la mia già sovraspremuta creatività e immetterla in rete periodicamente, giusto quando i parametri vitali tendono al piattume perenne.

Se poi qualcuno un giorno vorrà interrompere l’alimentazione artificiale, staccando la spina del caricabatteria del mio portatile, lo farà.

Ma dovrà passare buona parte della sua misera esistenza vagabondando per aule di tribunali, per essere autorizzato a farlo.

E comunque non sarà in mio nome.

Annunci

2 Risposte to “Qualcuno lo chiamerebbe accanimento terapeutico”

  1. Cosa ci vuoi comunicare?

  2. Che nonostante il buon senso mi dica che tener su un blog aggiornato una volta ogni morte di Papa equivale a tenere in vita un paziente in stato vegetativo, non desisterò dal mio scopo.
    E non gli staccherò la spina.
    Fatevene una ragione. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: